[Vita Lesbica] Questioni di medley

 

 

Esterno notte. Scampoli d’estate che tramonta. Cittadina di mare non troppo affollata.

Dall’unica balera del posto un cantante si arrabatta nello stonare una melodia che, complice il vento, potrebbe essere qualsiasi cosa.

Piccina: “È quella del “ragazzo”, vero? Il ragazzo della via Pal.”

Io: “Eh? Veramente I ragazzi della via Pal è un romanzo.”

Piccina: “Quella di Celentano. C’era un ragazzo che come me…”

Io: “Guarda che quella la canta Morandi.”

Piccina (molto convinta): “Ma no, che dici! Quella del ragazzo che vive in campagna, poi va in città, parte per la guerra e muore, dai!”

Io: “… Guarda che quella che parla del Vietnam è di Morandi, l’altra è di Celentano.”

Piccina: “Vuoi dire che sono due canzoni?! Ma sono uguali!”

Io: “Veramente no…”

Piccina: “Senti iniziano tutte con ‘c’era un ragazzo…'”

Io: “No.”

Piccina: “Ahò, che me frega. So’uguali, parlano di ‘sto ragazzo, per me è lo stesso. Ce faccio un medley.”

Io: “Il ragazzo dell via Gluck che morì in Vietnam.”

E fu così che il medley cominciò a essere cantato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *