[Vita lesbica] EVO, l’olio del medioevo

Sera. Relax sul divano. La Piccina guarda nuove idee per ricette su Giallozafferano, io leggo.

Piccina:”Amore, che cavolo vuol dire olio EVO?”

Io (continuando a leggere): “Extra vergine d’oliva.”

Piccina: ” Davvero?!”

Io:”Perché? Che pensavi che fosse?”

Piccina: “È da anni che lo trovo scritto e pensavo fosse qualcosa di preziossissimo, tipo un olio vecchio, ma proprio vecchio vecchio. Tipo come il vino, vecchio.”

Io (ridacchiando): “Ma l’olio mica invecchia bene come il vino! Ma come hai fatto a pensare che fosse ‘vecchio’?”

Piccina:”Evo. Evo non vuol dire vecchio?”

Io (ridendo apertamente): “Sì, ‘Evo l’olio del Medioevo’.”

Piccina (sull’arrabbiato andante): “Ma è colpa loro! Non ci mettono i puntini! Perché non scrivono E.V.O.?! I puntini!!! Perché non ci mettono tipo una ‘ics’ da qualche parte?! Non si capisceeee!”

p.s. Io ho provato a dire alla Piccina che il blog dovrebbe scriverlo un po’ anche lei. La risposta? “Naaaah. Me fa fatica.” Comunque nel nostro rapporto, non si è ben capito chi prende in giro chi. Sarà per questo che stiamo così bene insieme.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: