Non siamo il vostro trastullo

ocean-498476_1280

Io e la Piccina abbiamo passato il fine settimana al mare, in Maremma. Adoriamo il paesino dove c’è casa dei miei nonni, immerso nel verde, con le dune a tre passi. Il silenzio. Il mare bellissimo.

E i deficienti per cui io e la Piccina siamo uno spettacolo.

No, quelli non li adoro per niente. Ce n’è sempre un gruppetto, di solito coetanei e poco più grandi. Di solito in gruppo di tre o quattro (tutti uomini).

Quelli che si sentono in diritto di passarti ai raggi ics perché sei donna. Specie se hai un bel seno (vedi alla voce “Piccina”). Per non parlare dei baci, come se ce ne scambiassimo per il loro personale diletto, che ti piantano addosso gli occhi anche se ti stai scambiando semplicemente un bacio a fior di labbra. E magari ti apostrofano con un “continuate pure, eh”.

Non siamo un porno a vostro uso. Neppure bambole.

…e per dirla tutta, se proprio proprio devo essere un oggetto, mi piacerebbe essere uno dei quei pugni a molla dei cartoni animati. Guantone molla

2 Comments

  1. sono un maschio eterosessuale, e sì guardo le ragazze in spiaggia e fuori.(anche le ragazze guardano i maschi, tutti etero e gay e bisex guardiamo quelli del sesso opposto o dello stesso, e non c’è niente di male).ma si può guardare senza sbavare e sopratutto rispettare i gesti d’affetto senza commentacci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: