Le recensioni del tarlo Giancarlo [4]

Giancarlo è un po’confuso, per cui si è messo gli occhiali da vista e ha deciso di consumare il suo pasto sulla cattedra. Una serata nostalgica nella biografia, con un personaggio enorme e un pallido fantasma nell’angolo del divano. La cena sapeva di unto, di nostalgia, con punte di zucchero di canna e un po’ di catrame…chissà se è davvero questo il sapore degli intellettuali?

 

E. Trevi, Qualcosa di scritto, Ponte alle Grazie 2012.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: